LA FEMMINA

Era lei….lei che in realtà immaginava tutto questo, lei che aprendogli le gambe si accorse che in realtà prima o poi sarebbe sgusciato dall’alcova, sarebbe scappato dalla sua tana, si sarebbe trovato in un’analoga situazione ma non ci sarebbe più stata lei tra le sue braccia, lui, il maschio avrebbe di nuovo accarezzato lunghi e setosi capelli, ma non sarebbero … Continua a leggere

IL MASCHIO

Lei lo stava fissando negli occhi mentre lui li teneva bassi, osservava perplesso quel “coso” spenzolante che si sarebbe voluto strappare con le sue stesse mani. L’avrebbe così definitivamente sradicato da quel corpo e quella mente ai quali il “coso “non prestava più ascolto. Esso, l’infame, il bastardo, qul gran figlio di puttana, se ne stava lì, a metà strada … Continua a leggere

SCUSA

Trovare qualcosa che ti diverte e cosa succede? Si accantona il gioco precedente. Hai iniziato così coi primi gingilli che ti davano tra le mani nell’età dell’incoscenza, per poi continuare a trastullarti coi filarini, prima uno poi l’altro; arriva il belloccio ed ecco subito silurato il precedente. Poi diventi adulta e ti aspetti che giunga anche l’età della ragione, errore. … Continua a leggere