SCUSA

Trovare qualcosa che ti diverte e cosa succede? Si accantona il gioco precedente. Hai iniziato così coi primi gingilli che ti davano tra le mani nell’età dell’incoscenza, per poi continuare a trastullarti coi filarini, prima uno poi l’altro; arriva il belloccio ed ecco subito silurato il precedente. Poi diventi adulta e ti aspetti che giunga anche l’età della ragione, errore. Sei una donna e quindi ripensi a come eri superficiale nei confronti di cose e soprattutto persone che prendevi e lasciavi con la delicatezza di un rinoceronte. Ti penti, ti arrovelli, anche perchè crescendo hai capito cosa vuol dire soffrire e allora vivi un pò anche tuo quel sentimento fino a ieri sconosciuto che vedevi solo riflesso negli occhi appannati dei frustrati amanti. Ora sai cosa vuol dire, ora hai capito, ora sarà diverso! E così inizia il percorso dei grandi, fai progetti, magari ti sposi o comunque ti riprometti che non sarai più la ragazzina capricciosa che calpestava sentimenti altrui. Entri nel ruolo. Compri vestiti adatti, cambi collocazione del mobilio, usi anche frasi, parole nuove, diverse…ti meravigli del miracolo della tua maturità, ti senti pronta ad affrontare le tue responsabilità…tu e lui…una famiglia, e magari, chissà, anche dei figli…a volte per gioco avete anche pensato ai nomi: se è maschio si chiamerà ….se invece è femmina sarà….E così vai avanti, passa il tempo, quel bastardo guastafeste che spesso si diverte a mandare all’aria progetti fatti con tanta dedizione…tempo malandrino, che nel corso di esso che scorre ti ha fatto, proprio quel giorno, in quel preciso istante inciampare in quello sguardo, ti ha fatto inavvertitamente sfiorare quella pelle nuova e calda, ti ha fatto improvvisamente sentire un brivido laggiù….dove è tutto a posto e in ordine….col tempo il tempo ha trasformato quei sgurdi in abbracci, i brividi in gemiti….e ora coi tuoi quasi cent’anni nella memoria ti trovi ridicola a ridere di niente, a scappare dal quel mondo comodo sicuro per trovarti in posti anonimi trasformati in incantevoli alcove..tutto pare magia…ti senti la fata che parla agli elfi…ti senti leggera …torni indietro e quindi torni bambina, torni entusiasta del nulla che questo chiunque ti offre; torni incoscente come ai tempi dei fughini da scuola, torni felice come quando con solo un alito di vento sussurravi. “E’ finita!”

SCUSAultima modifica: 2004-01-12T14:12:57+01:00da marinaiosono
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “SCUSA

  1. E non è meraviglioso tornare bambina e avere gli occhi sgranati sul mondo ed ancora le aspettative e i sogni? Lascia che te lo dica Marinaiosono: sei una donna fortunata! ( e visto che lo sei posso palparti il culo che dicono che toccare il culo di una persona fortunata faccia bene a chi lo palpeggia?)

Lascia un commento