MASTERIZZA, VA’…

“Posso fare qualcosa per te, mi spiace sai…”

L’unica cosa utile che poteva fare per me era quella di masterizzarmi un cd. Non mi  veniva in mente altro.
La situazione era, come già visto da sempre, piuttosto preoccupante: la bambolina di porcellana stavolta si era rotta e dio sa quanto avessi bisogno di sollievo.
Ma lui non era capace. Lui per sostenere si appoggiava.
E così gliel’ho detto; gli ho: “Sì, grazie masterizzami un cd.”
E’ andato via mogio, umiliato, oserei dire offeso…ma come, mi chiedi se ho bisogno, ti dico di sì, ti dico di cosa e tu te ne vai col codino tra le gambe…e di cosa potrei avere bisogno da una persona che già ho visto cosa sa fare?
Sì, dai la manfrina che non bisogna chiedere, non bisogna pretendere, che basta il pensiero…sto cazzo, ecco cosa può bastare! Già, un pezzo di carne dura e turgida, una bella notte di sesso e poi “yenkee go home!”.
E’ che lui, quello col codino tra le gambe non mi faceva neanche godere.
Di quelle notti di sesso rubato ricordo le gocce di sudore delle sue ascelle che cadevano copiose sul mio petto ed io che, fingendo di voler cambiare posizione, mi asciugavo infastidita; ricordo finti orgasmi che si mescolavano a quelli veri, i suoi; ricordo un odore che mi faceva girare dall’altra parte. Basta, non ricordo altro.

Altra scena: stavolta il sesso è di qualità, il pezzo di carne si divincola a dovere, gli odori si mescolano lasciando nella stanza una piacevole sensazione di sesso e di profumo.
Il sudore gronda ma non disturba, e lui, come sempre, ripresosi da una eiaculazione soddisfacente, scivola fuori dal letto rapido come un gatto,se ne va furtivo nella notte con l’imbarazzo dell’attesa quando l’ascensore non è subito lì. Dal pianerottolo guarda di tre quarti con un sorriso ebete e il solito “grazie di tutto”…c’è qualcosa di cui hai bisogno, che so…vuoi che ti porti giù il pattume, o…”
Lo guardo, sorrido, mi giro, ritorno.
“Tieni, masterizzami questo cd”.

MASTERIZZA, VA’…ultima modifica: 2006-10-25T12:30:00+02:00da marinaiosono
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “MASTERIZZA, VA’…

Lascia un commento